Calderara Crea Cultura

Culturara

tarzan_cut_3

Tarzan ragazzo selvaggio

Spettacolo gratuito per bambini a partire dagli 8 anni e per adulti, in occasione dell’Ecofesta 2022

Teatri di Bari e INTI

di Francesco Niccolini e Luigi D'Elia
molto liberamente ispirato a Tarzan of the Apes di Edgar Rice Burroughs
con Luigi D'Elia
spazio scenico Deni Bianco e Luigi D'Elia
regia di Francesco Niccolini e Luigi D'Elia

teatro d’attore e di narrazione

Lo spettacolo sostiene Survival International, il movimento mondiale per i popoli indigeni, e la sua campagna per un nuovo modello di conservazione, efficace e rispettoso dei popoli indigeni, contro la conservazione coloniale che ruba la terra ai popoli nativi che la custodiscono e la abitano da sempre.

Noi non pensiamo alle grandi praterie, alle belle colline ondulate, ai torrenti sinuosi dalla vegetazione intricata come luoghi selvaggi. Solo per l’uomo bianco la natura è un luogo selvaggio infestato di fiere selvatiche e uomini selvaggi. Per noi, è un essere familiare (Luther Orso in Piedi, Sioux Lakota Oglala, USA)

Esistono pochi casi reali di bambini cresciuti da soli nella natura o allevati dagli animali. È accaduto che siamo stati cresciuti da lupi, cani, scimmie, animali della Savana. Le loro storie si perdono nel tempo tra cronaca e leggenda, tra sogno e realtà, ma qui abbiamo il dono del teatro che fa esistere per un’ora nel rito antico e carnale del racconto, del corpo dell’attore e del respiro del pubblico la storia un bambino rimasto orfano nella foresta del Congo e cresciuto volando da un albero all’altro come le scimmie. Tarzan, era lo strano verso che facevano le scimmie per chiamarlo o indicarlo. Che nella loro lingua, perché ogni animale ha una sua lingua e un suo canto, voleva dire pelle bianca. Questo spettacolo, nato durante la più importante crisi sanitaria e ambientale del nostro tempo, racconta la sua storia, nuda e cruda, senza nessuna concessione alle promesse degli adulti e del progresso. Con il più grande amore per il mistero intoccabile della crescita, dell’umano e della nostra Terra. Tarzan ragazzo selvaggio si libera della tradizione hollywoodiana, non ci sono alligatori uccisi dopo lunghe e pericolose nuotate, Cita – meglio dirselo subito – non esiste, e il rapporto con Jane è molto più complicato: la base del racconto teatrale è Tarzan of the Apes di Edgar Rice Burroughs. 

Lo studio degli equilibri della natura, la foresta di notte, la nostra relazione con la Terra sono stati una compagnia preziosa durante questo lungo tempo sospeso. Ne è nato il nostro nuovo spettacolo e dopo Zanna Bianca torniamo davanti a un pubblico di ragazzi, un po' più disincantati, ancora più realisti e con la testarda convinzione che ragazzi e adulti possano trovarsi insieme a vivere storie vere e selvagge senza nessuno sconto, senza paracadute e buonismi, senza compromessi.

“Ardua l'impresa di rendere questa materia edibile per il teatro senza scadere nel facile stereotipo. Niccolini e D’Elia, senza dimenticare riferimenti plausibili dal Ragazzo selvaggio di Truffaut, a Cuore di Tenebra di Conrad fino all'amato Jack London del Popolo dell’Abisso, riescono a raccontarla, facendola immaginare per mezzo di una recitazione mai sopra le righe, anche quando parrebbe essere necessaria, sempre consona a ciò che il racconto deve riconsegnarci, complice la semplicissima tavola inclinata su cui D'Elia si muove, di volta in volta dando senso al racconto.”
Mario Bianchi

Info e prenotazioni

Teatro Spazio Reno
tel. 051.722700
teatrospazioreno@comune.calderaradireno.bo.it

Spettacolo gratuito in occasione dell’Ecofesta 2022

È possibile prenotare anche presso

> Biblioteca Comunale Rinaldo Veronesi
tel. 051.6461247
biblioteca@comune.calderaradireno.bo.it

Casa della Cultura Italo Calvino
tel. 342.8857347
casadellacultura@comune.calderaradireno.bo.it

> Culturara
culturara@comune.calderaradireno.bo.it

Gli spettacoli saranno gestiti in ottemperanza alle vigenti norme sanitarie relative all’emergenza Covid-19. Ingresso consentito previa presentazione del Green Pass, a partire dai 12 anni.

Durante lo spettacolo è necessario l'utilizzo della mascherina.