Calderara Crea Cultura

Culturara

albero e facciata casa della cultura

Laboratorio artistico

Divenire bosco. Laboratorio a cura di Adiacenze; gratuito, per bambini e ragazzi da 11 a 14 anni

Questo laboratorio fa parte del progetto “Prospettive. Visioni di città tra memoria e futuro” 2021.

Adiacenze, associazione specializzata in arte contemporanea, organizza un laboratorio dedicato a natura e linguaggio artistico; grazie alla collaborazione di Sustenia, società impegnata nella gestione e valorizzazione di aree naturalistiche del nostro territorio, i ragazzi potranno scoprire la Golena San Vitale e portarla dritta in città!

Accompagnati da Agnese Spolverini, giovane artista in residenza a Calderara di Reno, i/le partecipanti conosceranno la natura che hanno a due passi da casa, ne trasformeranno suoni, immagini e profumi, per ripresentarla in città attraverso un’installazione artistica corale.

Il laboratorio si svolgerà il primo giorno presso la Golena San Vitale e, nei giorni seguenti, presso la Casa della Cultura “Italo Calvino”.

Le ragazze e i ragazzi verranno divisi in tre gruppi per sviluppare altrettante tematiche: suono, immagine e archiviazione, propedeutici alla costituzione dell’installazione/mostra finale, tra arte e cultura naturale.


Orario:

da lunedì 12 luglio a venerdì 16 luglio 
dalle 8.30 alle 12.30

Lunedì 12 luglio il punto di accoglienza è all’ingresso della Golena San Vitale, Via Aldina, 40012 Calderara di Reno: posizione su Goolge Maps
I ragazzi dovranno essere ripresi nello stesso punto alle 12.30.

Nelle altre giornate il punto di accoglienza è l’ingresso della Casa della Cultura; nel corso del laboratorio, i partecipanti faranno attività anche nei parchi pubblici del centro di Calderara.

Il laboratorio è gratuito, l’iscrizione è obbligatoria.

Le prenotazioni sono aperte fino a esaurimento dei posti disponibili scrivendo a:
culturara@comune.calderaradireno.bo.it


Coronavirus: le attività si svolgeranno nel rispetto dei protocolli vigenti. Chiediamo ai genitori di collaborare assicurandosi che i ragazzi non presentino sintomi riconducibili al Covid-19.