Calderara Crea Cultura

Culturara

BOOM copertina

BOOM Festival

Il festival annuale della Casa della Cultura dedicato alla creatività

BOOM è un festival multidisciplinare creato per dimostrare la forza esplosiva di creatività e cultura. La creatività veicola la capacità di apprendimento, di costruzione attiva di nuova conoscenza ed è il carburante dei processi d’innovazione.  La cultura, come prodotto dei processi creativi, ci aiuta a dare senso alla realtà e ci mette in relazione costruttiva gli uni con gli altri.

BOOM è caratterizzato ogni anno da un tema legato all’immaginario contemporaneo e mette al centro, come strumenti d’indagine, i linguaggi e le pratiche artistiche nella convinzione che siano le uniche discipline in grado esplorare, comprendere e rivelare  la complessità del mondo in cui viviamo e per  definire ambiti di ricerca innovativi, nuove competenze, nuovi modi di pensare, di stare assieme e coltivare il benessere collettivo

BOOM 2020 - CASA DOLCE STRADA

Abbiamo vissuto un periodo di grande apprensione e incertezza, nel quale tutto si è bloccato.

Trasformando i limiti imposti dall'emergenza nell'opportunità di dare un più ampio respiro al festival, abbiamo immaginato "un'edizione speciale" di BOOM - Cantiere Creativo Calderara.

Abbiamo così distribuito e diluito nel tempo e in diversi spazi della città le sue attività, dedicando la massima cura nell'elaborazione di progetti originali e modulari che, mettendo in dialogo arte contemporanea, danza, teatro e musica attraverso laboratori, incontri, performance e installazioni, possano adattarsi in forma flessibile all'evolvere della situazione. La sua ideazione è stata il frutto di un incontro fra artisti e operatori culturali con i quali abbiamo condiviso il desiderio di utilizzare il nostro spaesamento come punto di partenza per costruire inedite letture della realtà contemporanea attraverso i linguaggi creativi. Ne è nato un progetto polifonico all'interno del quale si auspica di aggiungere ulteriori "voci" coinvolgendo attivamente la comunità di Calderara nella realizzazione dei vari percorsi artistici. BOOM 2020 diventa così un vero e proprio cantiere creativo e culturale, luogo di produzione di pensieri e azioni, in condivisione con la comunità. Casa dolce strada è il titolo che, con un gioco di parole inventato da Clelia Sedda – drammaturga, regista, intellettuale già protagonista della seconda edizione di BOOM – sintetizza le filosofia di questa terza edizione del Festival e offre uno spunto di riflessione sulla natura dinamica e ambivalente della nostra percezione della realtà e in definitiva della nostra identità.

La casa riveste da sempre una molteplicità di significati che vanno ben oltre l’idea di luogo fisico; è uno spazio che ci portiamo dentro, è un luogo di espressione del sé, di narrazione della propria storia, può anche diventare una gabbia, ma soprattutto è la prima esperienza di confine che determina un dentro e un fuori e quindi la possibilità di conoscere. "Fuori" c'è la strada che può essere concepita come luogo di socialità, spazio privilegiato d'incontro e aggregazione, come luogo educativo di sviluppo e crescita ma anche espressione del rischio e "dell'errare". Nel nostro desiderio ci immaginiamo una casa che non è chiusa a chiave e una strada che se ti sdrai non hai paura della notte, perché vedi le stelle.

Boom Magazine

Boom Magazine